Caricamento
Curiosità
limoni gialli

BREVE STORIA, PROPRIETÀ E BENEFICI DEL LIMONE

Fidatevi, tutto quello che pensate di sapere sul limone non è abbastanza.

Sì, perché le proprietà e i benefici del limone sono davvero sorprendenti! Non a caso i romani, che già conoscevano i limoni (come dimostrano alcuni affreschi ritrovati a Pompei), li consideravano “un bene di lusso”. Le origini del limone sono incerte, ma si ipotizza che i primi alberi siano stati coltivati in estremo Oriente, e che la loro diffusione nel Mediterraneo come prodotto alimentare risalga ad epoche più moderne. Solo nel X secolo in Italia si cominciò a coltivare limoni: alla Sicilia è legata la prima coltivazione europea. Risale a pochissimi anni fa, invece, l’eccezionale ritrovamento del limone più antico nel Mediterraneo (del 14 d.C.) in uno scavo del foro romano, che ha riportato alla luce il Carcere Mamertino, leggendaria prigione di Ponzio e degli apostoli Pietro e Paolo secondo l’agiografia cristiana.

Oggi, come allora, il limone è apprezzato e sfruttato per la presenza di Vitamina C: basti pensare che nell’antica Grecia questo frutto veniva “prescritto” come antidoto contro i veleni, e che tutti i grandi manuali di medicina ne hanno parlato riconoscendone l’efficacia contro infiammazioni e influenze. Si dice che l’imperatore romano Nerone fosse ossessionato dall’idea di essere avvelenato e che, per questo timore, facesse scorta di limoni.
 

L’ORIGINE DELLA PAROLA

Chi dice limone parla persiano. Dal termine arabo che si pronuncia “l?m?” deriva la parola “limone”, con cui venivano indicati tutti gli agrumi in modo generico.
 

PERCHÉ IL LIMONE FA BENE ALLA SALUTE?

I limoni sono un ottimo alleato del sistema immunitario grazie alla presenza di Vitamina C e all’abbondanza di antiossidanti, che contrastano il colesterolo. Questo frutto inoltre abbassa i livelli di antistamina perché rinforza, appunto, le difese immunitarie e favorisce la circolazione del sangue dei vasi minori, ostacolando la vasodilatazione, tipica dei soggetti che soffrono di allergie. L’acido citrico naturale contenuto nei limoni, invece, agisce come alcanilizzante riducendo l’acidità dello stomaco. Oltre alla Vitamina C, il limone è anche ricco di Vitamina B, importante per rallentare la tensione nervosa e per prevenire l’invecchiamento della pelle. Vi sentite stressati, poco in forma e sempre stanchi? Provate a inserire il limone nella vostra dieta!
 

UN BICCHIERE DI ACQUA E LIMONE AL GIORNO...

I limoni contengono pochissimi zuccheri e una bassissima percentuale di calorie (venti calorie ogni cento grammi di limoni). Anche per questo motivo, in molti seguono la cosiddetta “dieta del limone”, che consiste nell’associare ad un’alimentazione ricca di verdure e condimenti non grassi due bicchieri di acqua e limone, uno appena svegli e uno a tarda sera, prima di andare a dormire. Chi l’ha provata ha avuto ottimi risultati, ma perché?

Quali sono i benefici di acqua e limone sul corpo? Le testimonianze sono sorprendenti: alcuni hanno subito riferito di avere una pelle più luminosa e giovane (un grande vantaggio della Vitamina C!), altri hanno continuato ad usare questa bevanda con regolarità, perché in grado di favorire la digestione e la stabilità intestinale. Non è da meno l’effetto energizzante: il limone, del resto, è una grande fonte di calcio, potassio, fosforo (che favorisce la concentrazione) e magnesio. Una bibita con acqua e limone è anche un’ottima soluzione contro l’alitosi ed è indicata per chi vuole avere una pancia sgonfia e piatta. Non resta che provare!

 

UN RIMEDIO NATURALE CONTRO L’INSONNIA

Sembra incredibile, ma è una realtà scientificamente provata: il limone aiuta a dormire meglio. Un bicchiere di acqua calda e buccia di limone prima di andare a dormire può avere effetti sorprendenti e può aiutarvi a superare l’insonnia da studio e da stress, grazie alla presenza nel frutto di vitamina C, che agisce stimolando la produzione di serotonina (il cosiddetto ormone del buonumore) e idratando l’organismo, regalando una naturale sensazione di benessere e relax.


PROVA IL LIMONE CON LO ZENZERO!

Zenzero e limone non devono mai mancare in cucina. Il connubio tra i due sapori (acidulo e pungente) è imperdibile, soprattutto se associato a bevande fresche o come condimento per le insalate. Acqua, limone e zenzero sono gli ingredienti perfetti per una soluzione capace di aiutare il metabolismo, stimolare la perdita di peso e alleviare gli effetti di mal di testa, raffreddore e influenza.
 

DOVE CRESCONO I LIMONI?

L’Italia è “la terra dei limoni in fiore”, come la definiva lo scrittore Johann Wolfgang von Goethe, ma è la coltivazione del Sud ad avere un primato assoluto sul mercato: la produzione del limone di Siracusa Igp, ad esempio, si attesta intorno alle 5.500 tonnellate (un quarto della produzione italiana) solo per i primi quattro mesi della raccolta 2017/2018. Proprio in Italia si contano ben sei tipologie di limoni con riconoscimento IGP, tra cui il già citato Limone di Siracusa, il Limone di Messina, il Limone Costa d’Amalfi, il Limone di Sorrento, quello di Rocca Imperiale e infine il Limone Femminello del Gargano, considerato il limone più antico d’Italia. Un albero eccezionale, che deve il suo nome alla capacità di fiorire ben cinque volte l’anno.
 

I LIMONI E L’ARTE

A differenza di tanti altri frutti, l’albero di limone fiorisce sempre, durante ogni stagione. Ed è proprio per questa costanza che in passato, soprattutto nella simbologia dell’arte, i limoni hanno rappresentato la fedeltà amorosa. Manet, Cezanne, Matisse e Picasso sono solo alcuni degli artisti che hanno realizzato capolavori ispirandosi a questo frutto.
 

LIMONE VS LIME

Pur essendo molto simili, limone e lime non vanno confusi. Anzitutto, sono diversi nell’aspetto e nel sapore: il limone è grande, giallo ed è più dolce, mentre il lime è più piccolo, tende al colore verde e ha un’acidità maggiore. La vera differenza, però, sta nell’apporto di vitamina C.
 

CONOSCI IL CAVIALE DI LIMONE?

Nel 2014 lo chef Carlo Cracco ha inventato e lanciato le patatine al “caviale di limone”, il finger lime, un prodotto fino a quel momento sconosciuto ai non addetti ai lavori. Ma cos’è il finger lime?

L’originale, che ha l’aspetto simile al caviale vero e proprio, cresce nella zona costiera subtropicale dell’Australia. Negli ultimi anni è diventato di tendenza ed è amato dagli chef perché capace di arricchire piatti di alta ristorazione e di pregio. Una vera chicca! L’Italia ha cominciato a coltivarlo da pochissimo, istituendo anche un Consorzio di Tutela del Finger Lime che coinvolge coltivatori in Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia e Lazio. Provalo in cucina abbinato al pesce, magari su una buona e fresca insalata di polpo o su una bruschetta con il salmone. Non potrai più farne a meno!

È il momento di cominciare a sperimentare tutti i benefici del limone!

 

Categorie

Articoli recenti

Archivio