Caricamento
Curiosità
frutta e verdura autunnali

L’autunno è una delle stagioni più ricche per la coltivazione di frutta e verdura. Quello che questa stagione regala è un vero tripudio di colori e profumi, con una scelta molto ampia, perfetta per purificarsi dopo gli eccessi dell’estate. Oltre al sapore, che si presta a innumerevoli declinazioni e ricette, frutta e verdure autunnali sono un toccasana per l’uomo, oltre ad avere innumerevoli benefici sulla salute. Nello specifico mandarini, carciofi, zucca, cachi e melograno contengono un numero molto alto di antiossidanti, che migliorano la pelle e sono in grado di contrastare i radicali liberi, prevenendo l’invecchiamento.  
 

Frutta e verdura a Settembre: l’elenco completo

Settembre è un mese di transizione, un periodo in cui frutta e verdure autunnali si aggiungono a tutti quei prodotti estivi che è possibile trovare ancora, specialmente in alcune zone dell’Italia. Pesche, albicocche, fichi d’india e melone sono ancora disponibili sui banconi di fruttivendoli e mercati, ma i frutti di stagione autunnali che si possono trovare a partire da settembre sono:

  • kiwi
  • fichi
  • pere
  • uva
  • lamponi

Ecco invece una selezione completa di verdure di stagione in autunno:

  • carote
  • patate
  • pomodori
  • zucchine
  • melanzane
  • peperoni
  • sedano

 

In autunno scegli le pere e gli spinaci

Le pere e gli spinaci sono due esempi di frutta e verdura autunnale particolarmente apprezzati in cucina e dagli chef. La pera è un frutto ricco di zuccheri semplici e di potassio, caratteristiche che la rendono ideale per chi segue una dieta povera di sodio. Oltre ad essere un frutto particolarmente digeribile, adatto anche ai più piccoli, la pera ha poche calorie: 100 gr di polpa (vale a dire una pera di medie dimensioni) hanno un apporto di circa 35 calorie. Questo frutto si presta ad ogni tipo di preparazione in cucina, è un “jolly” molto amato da consumatori e chef, che lo usano abbinandolo al cioccolato, ai salumi e ai formaggi.


Gli spinaci freschi sono “il principe degli ortaggi”: così li chiamavano gli arabi, che li importarono in Europa tra il 1200 e il 1300, facendo scoprire agli studiosi le loro importantissime proprietà. Oggi gli spinaci sono presenti in molte diete grazie al loro basso apporto calorico e per la loro ricchezza di ferro. In frigo sono fondamentali: nella cucina mediterranea questo ortaggio autunnale è usato per farcire focacce, pizze o torte rustiche (in Grecia è famosa la Spanakopita, che si prepara tradizionalmente con pasta fillo, spinaci e feta), ma anche per fare insalate, gnocchi e risotti, contorni e zuppe. Gli spinaci fanno parte degli immancabili in cucina: se siete alla ricerca dei prodotti da avere sempre in frigo o in dispensa, non abbiate dubbi e aggiungete alla lista della spesa gli spinaci.

 

Tutta la frutta e le verdure di Ottobre

Ottobre è il mese che meglio rappresenta l’autunno: mettiamo definitivamente da parte la frutta di stagione estiva e primaverile e lasciamo spazio ai sapori dell’autunno. È il momento delle castagne, degli stufati e delle zuppe, da preparare con le verdure tipiche di stagione:

  • cavoli
  • finocchi
  • patate novelle
  • funghi (di ogni tipo!)
  • broccoli
  • zucca


Sul bancone della frutta autunnale di Ottobre è possibile trovare:

  • banane
  • castagne
  • kiwi
  • melagrane
  • mele

 

Ottobre: è tempo di castagne!

Se amate le gite fuori porta preparate scarpe e zaino e partite alla ricerca delle castagne: è un buon pretesto per passeggiare in boschi e campagne ricche di foglie colorate e paesaggi mozzafiato. Le castagne sono un frutto tipico autunnale, perfette da mangiare per celebrare l’arrivo della stagione fredda. Questo frutto è altamente digeribile, soprattutto se ben cotto (provate le tipiche caldarroste accompagnate da un buon bicchiere di vino rosso), non contiene glutine ed è ricco di sali minerali, importantissimi per la salute. Dal punto dei valori nutrizionali, le castagne sono completamente prive di colesterolo e hanno un apporto calorico relativamente basso: 100 grammi di castagne (che corrispondono a 6 castagne medie) forniscono 160 calorie. In cucina, le castagne si prestano ad abbinamenti tipicamente autunnali: stanno bene con la vellutata di zucca o con il tacchino, e tradizionalmente vengono usate per preparare confetture o il castagnaccio, dolce tipico della Toscana.

 

Cosa preparare con la frutta e la verdura di Novembre?

A Novembre entriamo nel vivo dell’autunno: prima di cedere il passo al freddo rigido, prepariamoci a portare in tavola frutta e verdura ricche di proprietà nutrizionali, in grado di risollevare l’umore e rendere più vivo uno dei mesi più grigi dell’anno!

Ecco l’elenco della frutta di stagione autunnale che è possibile comprare a Novembre:

  • ananas
  • mandarini
  • mele
  • noci
  • pere
  • pompelmo


Per prevenire i malanni con le verdure di stagione autunnali a Novembre scegliete:

  • cavoli
  • carote
  • tartufi
  • cavolfiori
  • finocchi
  • carciofi

La ricetta autunnale perfetta: zuppa con funghi e carciofi

Novembre sarà pure un mese triste, ma godersi una cena salutare a casa in pieno autunno ha un che di magico! Approfittatene per ricaricare le energie, associando il consumo di frutta e verdura ricca di proprietà a cibi energici. Funghi e carciofi sono perfetti per una cena salutare.

 

I funghi sono una fonte incredibile di carboidrati, sali minerali, proteine, vitamine e sostanze antiossidanti, in grado di prevenire l’invecchiamento fisico e mentale e contrastare i radicali liberi, sostanze dannose per l’organismo. Oltre ad essere versatili in cucina, i funghi sono ricchi di selenio, sostanza micronutriente essenziale per l’uomo -seppur tossica se assunta oltre le dosi utili al corpo- che ha la capacità di proteggere le membrane cellulari, agendo indirettamente come antiossidante in grado di contrastare le malattie cardiovascolari. In cucina, i funghi sono utilizzati per condire secondi di carne o per preparare risotti, ripieni di pasta e pizze o per zuppe e vellutate. Una ricetta molto amata è la zuppa di funghi e carciofi, verdura di stagione che fa bene al fegato ed elimina le tossine. L’accoppiata è vincente, sotto ogni punto di vista!

 

Per prepararla vi servono 6 carciofi, 1 porro, un po’ di prezzemolo, sale, aglio, burro, 200 gr di funghi porcini, 1 scalogno, 1 dl di panna da cucina, 1 limone e un po’ di pepe.

Prima di tutto eliminate il gambo dei carciofi, staccando le foglie più dure, e poi divideteli a metà. Togliete anche la peluria interna e tagliateli in pezzi più piccoli (a spicchi) prima di immergerli in una ciotola in cui metterete acqua e succo di limone (in questo modo i carciofi non diventeranno neri).

Ponete in pentola una noce di burro e aggiungete lo scalogno e l’aglio finemente tritati. Accendete il fuoco a fiamma moderata e fate rosolare. Mettete a bollire 1 litro di acqua bollente in una pentola a parte: vi servirà dopo!

Scolate gli spicchi di carciofi dall'acqua con il limone, asciugateli e metteteli in pentola, facendoli cuocere per 5-6 minuti.

A questo punto, prendete i funghi già puliti e tagliati e aggiungeteli ai carciofi, facendoli rosolare per un minuto circa.

Aggiungete l’acqua bollente, lasciando cuocere il tutto per 20 minuti. Fatto questo, unite il prezzemolo e passate il composto con un minipimer o un passaverdure.

Unite al passato la panna (1 dl, che corrisponde a un bicchiere quasi pieno), mescolatela, versatela nel piatto e servitela!

Dall’orto al piatto: dove piantare frutta e verdura in autunno

Chi ha l’orto in autunno può continuare a raccogliere gli ultimi frutti e le verdure estive, prima di cominciare a coltivare mele, spinaci, cavolo, rucola, cicorie. Negli ultimi anni, però, l’orto non è più prerogativa di chi vive in campagna: la necessità di mangiare frutta di stagione fresca e genuina ha portato l’orto anche nelle grandi città, nei cortili condominiali o dei ristoranti. L’autunno è il momento migliore per piantare e coltivare verdure nell’orto più vicino, considerando anche che - essendo una stagione piovosa - non vi servirà molto tempo per irrigare i campi. Se siete in città, informatevi sulla possibilità di “adottare un pezzo di terra” negli orti urbani, o mangiare in posti che hanno fatto della verdura a km 0 il loro punto di forza.

 

Ecco 5 consigli per avere un orto in autunno:

Preparate il terreno per la semina acquistando un buon compost e informandovi sulle tipologie di frutta e verdura che più si adattano al clima e alle particolarità del vostro territorio.

Pulite il terreno, eliminando le erbacce e selezionando gli spazi dove coltiverete le verdure che avete scelto.

Cercate di capire quali piante avranno bisogno di protezione dal freddo o da agenti esterni: utilizzate teli idonei o metodi naturali, come la paglia.

Stabilite dei turni per irrigare i campi e scegliete il metodo più idoneo in base alla tipologia di pianta. Considerate, come detto, che l’autunno è una stagione piovosa!

Lasciatevi consigliare dagli esperti! Confrontatevi con vivai, agricoltori, o rivolgetevi a tutte quelle persone che coltivano orti urbani. Sarà molto semplice (e divertente!)

 

Cosa coltivare nell’orto in autunno?

Tutto dipende dalla zona in cui vivete, perché clima e smog possono influire negativamente sulle coltivazioni. Tuttavia esistono particolari “prodotti comuni”, coltivati in tutta Italia, capaci di adeguarsi ad ogni situazione come aglio, cipolla bianca, piselli, spinaci, cicorie e insalata.

Nella prima fase dell’autunno, specialmente a settembre, potete coltivare (anche in terrazza) pomodori, peperoni e basilico. In caso di difficoltà, non lasciatevi scoraggiare e date un’occhiata alla lista di consigli per curare il basilico al meglio anche sul balcone.

 

 


 

Categorie

Articoli recenti

Archivio