Caricamento
Curiosità
patate dolci

Comunemente chiamate patate americane, le patate dolci sono uno degli alimenti più gustosi e più diffusi: sfiziose come contorno, nutrienti in unione ad altri ingredienti. Una storia lunga e lontana che sa anche di Italia. Lo sapevate che esistono le patate dolci di Anguillara e le patate dolci dell’agro leccese?

Patate americane o patate dolci, dalla regina Isabella all’Italia

Come tantissimi altri ingredienti ormai di uso comune nella nostra cucina, anche le patate dolci o patate americane, appunto, vedono la loro origine nel Nuovo Continente, in particolare in Sudamerica.

Si racconta che fu portata in Europa proprio da Cristoforo Colombo che regalò alla regina di Spagna Isabella di Castiglia. Di lì in poi si diffuse nel vecchio Continente come convolvuloindiano o patata di Spagna, mentre in Italia apre che fu Ferdinando II, Granduca di Toscana, a voler coltivare la patata americana, chiamata anche batata, nel giardino di Boboli a Firenze.

Nonostante la diffusione e la coltivazione, seppur in giardini privati, le patate dolci o patate americane non furono considerate sin da subito degli alimenti nutrienti e soprattutto adatti all’uomo, anzi rimasero a lungo tra quelle specialità presenti esclusivamente negli orti botanici. Solo nei primi anni del 1800 iniziò a introdursi nell’alimentazione umana e animale.

Proprietà e valori nutrizionali della batata

Uno degli errori più comuni è considerare le patate dolci patate a tutti gli effetti, come quelle a pasta gialla che tutti i giorni portiamo sulle nostre tavole. Le patate dolci o patate americane sono diversissime, per composizione e per valori nutrizionali, con un indice glicemico notevolmente più basso.

Le patate dolci contengono una grande quantità di fibre, utili nel caso di stipsi e provvidenziali nel caos in cui sia necessario ristabilire l’equilibrio intestinale, contengono vitamina A, B6 e C e Sali minerali come magnesio, potassio, sodio, tanto da essere considerata a tutti gli effetti un ottimo integratore naturale.

L’aspetto più particolare delle patate dolci è nella loro buccia, in cui è contenuta una sostanza dal nome Cajapo in grado di ridurre il colesterolo e la glicemia.  

Senza dimenticare un aspetto molto importante, le patate dolci sono un alimento consigliato nelle diete grazie al loro basso indice calorico: in circa 100 gr di patate americane sono presenti solo 80 calorie di carboidrati complessi e proteine.

Patate dolci: le due varietà italiane

Nonostante siamo soliti chiamarle patate americane, in realtà le patate dolci rientrano tra i nostri prodotti agroalimentari tradizionali in due regioni, Puglia e Veneto.

Le patate dolci dell’agro leccese, in Puglia, sono coltivate principalmente nella zona costiera di Brindisi e vengono chiamate patate zuccherine proprio per via del loro sapore abbastanza dolce. Hanno una forma irregolare e allungata, hanno una colorazione tendente all’arancione corposo.

Per le patate dolci di Anguillara e Stroppare, bisogna tornare indietro al 1800 e all’inizio della coltivazione intensiva della batata a ridosso del fiume Adige. Da questa zona la coltura i estese per tutta la terra padovana fino ad arrivare a 23.000 quintali nel primo ventennio del Novecento.

Come cucinare le patate dolci: le ricette più sfiziose

Esistono tantissimi modi di preparare le patate dolci o patate americane, ricette semplice, facili e veloci per gustare al meglio questo ingrediente così versatile e gustoso.

Patate dolci al forno

La ricetta delle patate dolci al forno è molto semplice, basterà avere:

  • 1,5 kg di patate dolci
  • Olio EVO q.b.
  • Sale  q.b.
  • Pepe  q.b.
  • Zenzero
  • Paprika

Pelate le patate, tagliatele a pezzetti, sciacquatele sotto l’acqua e pre-riscaldate il forno a 200°. Inserite le patate nella teglia, spennellatele con olio EVO e condite con sale, pepe e le spezie. Lasciate cuocere le patate dolci per 30-40 minuti e sfornatele non appena si saranno dorate.

Patate dolci arrostite con miele e cannella

Dicono che le patate dolci arrostite con miele e cannella siano il piatto più delizioso di tutti. Non vi resta che provarlo, giusto?

Vi serviranno:

  • 5 patate dolci
  • 30 ml di olio EVO
  • 30 ml di miele
  • Cannella in polvere
  • Sale  q.b.
  • Pepe  q.b.

Riscaldate il forno a 200°. Pelate, tagliate a rondelle le patate dolci e stendetele su un vassoio per arrosti. Spennellate le patate con olio e aggiungete cannella miele, sale e pepe. Arrostite le patate dolci per 30 minuti in forno con funzione grill e una volta pronte, conditele con olio.

Succo di patate dolci, mela e zenzero

Chi ha detto che le patate dolci possano essere utilizzate per ricette salate e non per dolci o centrifugati?

Ecco una ricetta semplice e veloce:

  • 2 patate dolci
  • 1 mela tagliata a pezzettini
  • 1 cucchiaio di zenzero in polvere

Prendete il vostro estrattore e inserite le patate dolci e la mela già tagliate. Aggiungete pian piano lo zenzero. Servite subito dopo con ghiaccio. Vedrete, farete un figurone!

Queste sono solo alcune ricette possibili con le patate dolci o patate americane, quello che vi resta da fare è prendere ispirazione dalle nostre e divertirvi in cucina con l’ingrediente eclettico e versatile per eccellenza: la batata!

Categorie

Articoli recenti

Archivio