Caricamento
Curiosità

Le proprietà della pera, il frutto più amato

La pera è uno dei frutti più amati da adulti e bambini. Con il suo sapore intenso e la sua particolare versatilità in cucina, questo prodotto trova un larghissimo consumo nelle nostre case, grazie anche alla consistente varietà di pere che esiste sul mercato. 
Le pere sono un alimento dalle svariate proprietà, in quanto molto cariche di vitamine e sali minerali, ma soprattutto ricche di fibre e di acqua. La forte presenza di quest’ultima rende questo frutto poco calorico e particolarmente indicato per chi segue una dieta sana e variegata. La pera apporta numerosi benefici al nostro organismo, grazie alla sua funzione energizzante che deriva dalla presenza di sostanze quali zuccheri, potassio e vitamine B1 e B2. Il glucosio presente nella polpa aiuta a contrastare il caldo, contribuendo al mantenere una normale temperatura corporea, mentre la grande quantità di boro aiuta a migliorare la prontezza di riflessi e la capacità di conservare ricordi e nozioni. Per questo motivo la pera è considerata come un frutto alleato della mente!

Quando maturano le pere?

Le pere maturano a partire dall’estate, ma sono presenti sul mercato praticamente tutto l’anno. Alcune varietà di pere precoci si trovano sul mercato già nel mese di giugno e luglio, con una raccolta che può poi proseguire fino alla fine di ottobre. Una volta che i frutti sono raccolti, possono venire conservati anche per mesi in particolari celle frigorifere con temperatura intorno agli 0°C e con basse concentrazioni di ossigeno. Lontano dal periodo estivo, le pere invernali che si trovano in commercio sono prevalentemente frutti con una maturazione tardiva o importati dall’estero: uno dei maggiori esportatori di pere è ad esempio l’Argentina, insieme a diversi Paesi presenti nell’emisfero australe.

Quanti tipi di pere esistono?

Esistono diversi tipi di pere sul mercato e sono tutti selezionati seguendo differenti scopi commerciali e attenendosi alle peculiarità fisiche e geografiche che caratterizzano il singolo frutto. Ecco la guida di Fruttattiva alle varietà di pere in base alla loro stagionalità e differenze. Conosciamole meglio e impariamo a sceglierle nel modo più adatto!

Varietà di pere invernali

  • Pere Kaiser

Le pere Kaiser sono originarie della Francia e la loro selezione risale all’inizio del XIX secolo. Coltivate prevalentemente in Italia, Stati Uniti e Sud Africa, sono un frutto piriforme facilmente riconoscibile per la sua buccia marrone a macchie color ruggine e per il suo forte aroma. Sono raccolte a fine estate e si conservano fino a fine aprile, presentando una polpa leggermente acidula, succosa e biancastra. La pera Kaiser è molto soda e croccante ed è una delle migliori varietà di pere per cucinare, perché pur mantenendo la sua morbidezza non si sfalda eccessivamente durante la cottura. Questo tipo di pere è ottimo se cotto al forno, con un po' di zucchero, ed è perfetto anche per dolci, torte o consumato fresco.

  • Pere Conference

La pera Conference è stata riscontrata per la prima volta in Inghilterra verso la fine del XIX secolo e si adatta bene ai climi umidi e temperati. Questa sua particolarità ne fa una tipo di pere autunnale abbastanza diffuso nell’Europa settentrionale – in Belgio e Olanda – ma non mancano territori italiani come quello romagnolo e delle Pianura Padana in cui questo frutto viene coltivato con ottimi risultati. La varietà di pera Conference ha un colore di fondo verde chiaro quando vengono raccolte, ma la buccia assume un colore rugginoso, giallo-verde e talvolta bronzeo quando il frutto giunge a maturazione. Al tatto è ruvida e resistente, quasi rustica, mentre la polpa diventa via via più gialla e dolce quando il frutto diventa più maturo. Il sapore leggermente acidulo rende questa varietà di pere perfetta per ricette di dolci o snack salati.

  • Pere Decana

Grosso frutto con forma tondeggiante e lievemente allungata, la pera Decana è anche conosciuta con il nome di Decana del Comizio, in onore del frutteto in cui fu selezionata agli inizi dell’Ottocento, posseduto dal Comizio Orticolo di Maine-et-Loire, in Francia. Si trova sul mercato da novembre ad aprile e si presenta come molto profumata e con una polpa dolce e gustosa, ma anche compatta e robusta. La pera Decana si presta ottimamente alla cottura e ha una buccia giallo-verde. Questa tipologia di pere è ottima in cucina per preparare marmellate, confetture e succhi di frutta.

  • Pere Abate

Le pere Abate devono il loro nome all’omonimo abate Fétel che le selezionò per la prima volta in Francia verso metà Ottocento. Questa varietà di pere italiane è comunemente soprannominata “la Regina” poiché è la tipologia più prodotta nel nostro Paese, con coltivazioni presenti principalmente in Emilia Romagna e nelle province pianeggianti di Modena e Ferrara. La pera Abate ha un’inconfondibile forma allungata e la buccia variabile dal verde al giallo in base allo stato di maturazione del frutto. La polpa è particolarmente granulosa, bianca e succosa, mentre l’accentuato sapore agrumato rende questa varietà di pere perfetta se accompagnata da formaggi o come ingrediente per torte o crostate.

Varietà di pere estive

  • Pere Williams

Anche le pere Williams, come le Conference, hanno origini britanniche e la loro selezione risale alla fine del 1700 nella città di Aldernaston. Si sono diffuse in Italia principalmente nella valle del Po’ e sono senz’altro la varietà di pere più diffusa nei nostri mercati. Queste pere presentano una buccia che varia tra il giallo e il verde, una polpa bianchissima particolarmente zuccherina e succosa e forme arrotondate a fiaschetto. Nelle parti più esposte al sole le pere Williams sono inoltre di colore rosso-rosato. Il sapore dolce e la versatilità di questo frutto ne fanno un ingrediente perfetto per la preparazione di macedonie, frullati, marmellate e succhi. Le pere Williams si raccolgono nella seconda metà di agosto e fino a metà settembre. Essendo una varietà di pere estive morbida e delicata, tendono a deperire in fretta se non conservate in frigo adeguatamente o se esposte per troppo tempo a temperature calde.

  • Pere Coscia

Le pere Coscia sono un frutto quasi esclusivamente estivo, molto diffuso nelle regioni centro-meridionali e tipico di Toscana e Sicilia. Questa varietà di pere dalle piccole dimensioni, è caratterizzata da una forma allungata, da un buccia verde molto chiara e da una polpa bianca, dolce, granulosa e profumata. Queste pere dal sapore intenso sono consumate prevalentemente fresche, cotte o abbinate a formaggi e salumi.

  • Pere Santa Maria

Le pere Santa Maria si raccolgono da metà luglio a fine ottobre e sono un tipo di pere italiane diffuse prevalentemente in Emilia Romagna. Questa varietà estiva è nata nel 1951 dall’incrocio delle pere Williams e Coscia e si presenta con una buccia gialla a macchie scure verdi e con una forma tipicamente allungata e tondeggiante. La polpa è bianca, succosa e croccante e consente un consumo fresco o a crudo in macedonia, da preferire alle preparazioni al forno.

  • Pere Guyot

Le pere Guyot sono frutti precoci molto morbidi e dolci e si consumano principalmente tra luglio e agosto. Si presenta come una varietà di pere dalle dimensioni medie e dalla polpa porosa, tendente al giallo e tendenzialmente morbida, con una buccia gialla e verde chiaro a lenticelle. Questo frutto è sempre preferito per snack sani e freschi e per la produzione di succhi, frullati e smoothies.

Pere in cucina: cosa cucinare?

La pera è un frutto particolarmente versatile e questo la rende un ingrediente perfetto per cucinare pietanze sia dolci che salate. Di seguito trovate due idee per cucinare con le pere suggerite per voi da Fruttattiva:

  • Pere al vino rosso

Le pere al vino sono un piatto leggero e sfizioso, ottime da servire come dessert per terminare la vostra cena con dolcezza. Questa semplice ricetta ha antiche origini e risale ai tempi in cui lo zucchero era una merce costosa e si tendeva a usare ciò che si aveva in casa, cercando di sfruttare la dolcezza naturale della pere, il vino rosso e varie spezie aromatiche. È consigliato usare frutti piccoli e robusti per preparare questa ricetta: le pere Coscia o le pere Kaiser sono la varietà più adatta per questo piatto dolce con le pere, in quanto sode e non troppo succose.

  • Pere cotte al forno

Le pere al forno sono un dolce alla frutta molto facile e veloce da cucinare, e possono essere servite come dessert a fine pasto, come merenda alternativa o come uno sfizioso snack light. Questa ricetta, data la stagionalità del frutto, viene solitamente portata a tavola durante il periodo autunnale e invernale e si prepara con pochi semplici ingredienti. La cottura delle pere cotte avviene all’interno di una pirofila imbevuta d’acqua o in un composto di vino e zucchero; l’aggiunta di cannella e chiodi di garofano renderà le vostre pere cotte al forno eccezionalmente aromatiche, morbide e caramellate in superficie.
Scopri nuovi modi alternativi per cucinare le pere. Fruttattiva seleziona con cura questo frutto in base alle sue caratteristiche e stagionalità, portando sulla tua tavola la varietà di pere più adatta alle tue esigenze. Vieni a scoprirle nel nostro magazzino!
 

Categorie

Articoli recenti

Archivio